asterix hp 1600x500

La recensione di L’amore bugiardo – Gone Girl

di pubblicata nella categoria :

David Fincher firma uno dei miglior film dell’anno appena passato

Quante volte avete sentito dire in giro che non ci sono più bei film, che al cinema non fanno niente di degno, non fanno più i film di una volta e tutte le altre varie amenità del genere che tutti sentiamo o diciamo almeno una volta nella vita?
Bé durante queste feste nelle sale italiane è arrivata (con colpevole ritardo, fanalino di coda dopo che il film è uscito in tutto il resto del mondo, al punto che è già arrivato in bluray negli Usa e quindi lo si trovava così anche in rete… e poi parlano di contrastare la pirateria… magari ridurre lo scarto tra l’uscita in patria e quella nostrana un minimo aiuterebbe) una delle risposte migliori dell’ultima annata. Se qualcuno si lamenta del panorama cinematografico moderno speditelo a vedere Gone Girl. Il titolo italiano è banalotto, ma per una volta non è colpa dei titolisti del cinema, hanno scelto infatti di tenere quello dell’omonimo romanzo di Gillian Flynn da cui il film di David Fincher è tratto.
Si troveranno davanti a un thriller fatto a regola d’arte, dal gran ritmo, ben scritto e recitato, ricco di colpi di scena e capace di stuzzicare con acume l’intelligenza dello spettatore. Non solo, è un racconto stratificato e complesso, molto ben orchestrato, che sotto la patina del genere propone un’analisi lucida e spietata sulla coppia, sul senso del matrimonio, sul non sapere mai fino in fondo chi è la persona che scegliamo, partendo appunto dal rapporto a due uomo-donna per finire a un discorso ben più ampio che racchiude in sé ogni tipo di rapporto umano in generale.
Il tutto con la solita maestria tecnica di Fincher (uno dei registi di assoluto spicco tra i contemporanei, la cui filmografia sin dagli esordi parla forte e chiaro e continua a farlo), capace di confezionare una pellicola curatissima sotto ogni aspetto, fatta di movimenti di macchina di grande rigore formale, di una fotografia davvero spettacolare e di un montaggio che ne esalta ogni sequenza anche la più piccola e apparentemente insignificante.
Il cast è veramente superbo, a partire da quel Ben Affleck troppo spesso ingiustamente bistrattato (non è la prima volta che dimostra una sensibilità ben diversa e molto più duttile di quella che gli hanno voluto appiccicare a forza – al di là del valore assoluto dimostrato come regista), che caratterizza magnificamente il suo personaggio schiacciato da eventi troppo più grandi di lui fino a Neil Patrick Harris per una volta lontano dai ruoli comici in cui siamo abituati a vederlo, molto convincente in un ruolo anche sgradevole; Carrie Coon nel ruolo della sorella del protagonista, altro bel personaggio femminile dello script (a firma della stessa autrice del romanzo). Ma è inutile negare che la scena la ruba Rosamund Pike, gigantesca in tutti i sensi, la machiavellica e completamente pazza Amy, motore dell’intera vicenda. Un ruolo che esalta la bravura dell’attrice inglese vista negli anni in parti più o meno secondarie ma che non potremo più guardare nello stesso modo da oggi in poi.
Non aggiungiamo altro per non togliervi la sorpresa e il piacere di vedere un film come questo, diciamo solo che senza mezzi termini è lì in vetta ai miglior film dell’anno appena passato, insieme a pochi altri, come Birdman (che noi vedremo a marzo, quando ovviamente sarà ormai uscito in tutto il mondo, anche in home video). Non perdetelo.

Vai alla Scheda Film

Share your vote!


Come ti fa sentire questa news?

  • Devil-Man Devil-Man
  • Perplesso Perplesso
  • Triste Triste
  • E Sti Ca#j E Sti Ca#j
  • Felice Felice
  • Super Super

NON CI SONO ANCORA COMMENTI, SCRIVI TU IL PRIMO!

   

Vuoi essere aggiornato su tutti i film al cinema ?

Iscriviti al nostro servizio di newsletter

Da noi a voi …

Sceglilfilm.it nasce per poter soddisfare la voglia di conoscere, di incuriosirsi, di informarsi, di approfondire tutto ciò che è la settima arte.
Figlio di un' Idea di M.d.M. promotore del progetto e primo responsabile delle linee editoriali, sceglilfilm.it è stato forgiato con l'impegno e passione dello studio web W3style.
Il tempo che noi tutti dedichiamo a sceglilfilm.it per poter fornire a tutti gli utenti informazioni sempre oggettive e sempre veritiere è ripagato ogni giorno dalla presenza sempre più assidua di chi sempre di più fà di sceglilfilm.it un sito di riferimento per il mondo del cinema, voi utenti.
Speriamo di poter sempre soddisfare al meglio curiosità, voglia di condivisione e passione per il cinema e speriamo di poter affrontare questo viaggio in compagnia di sempre più persone che come noi amano il cinema.
Lo staff di sceglilfilm.it

Sceglilfilm.it – 2011/2014 – ® All Right reserved – Publioscar s.r.l. p.iva/cod.fis : 01884961002 / 07840100585

In ottemperanza alla legge sull'editoria italiana, si segnala che questo sito non è un periodico, non ha cadenze di aggiornamento preordinate e prevedibili e non è una testata giornalistica. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Tutti i nomi di prodotti e società citati nelle pagine di questo sito sono marchi dei rispettivi proprietari.
concept and design - w3style