asterix hp 1600x500

La recensione di The Interview

di pubblicata nella categoria :

Al netto di tutte le polemiche qual è l'effettivo valore del film con Seth Rogen e James Franco?

La prima cosa che viene in mente vedendo questo film è: ha un senso continuare a produrre film concepiti da Seth Rogen sotto l’influsso di pesanti quantitativi di cannabis?

Al di là della provocazione e al netto di tutte le polemiche seguite all’attacco hacker ai danni della Sony, con la Corea del Nord che richiedeva a gran voce il ritiro di questa pellicola del loro listino, ottenendolo in un primo momento, con la major che rinunciava a distribuirlo salvo poi sollevare un polverone ancora più grosso sulla libertà d’espressione (e questo prima dei sanguinosi fatti di Parigi), Clooney che lanciava i suoi strali a mezzo stampa, il presidente Obama ecc., resta da capire qual è l’effettivo valore di un film simile.

Offensivo? Forse. Scorretto? Sicuramente. Divertente? Quanto basta. Riuscito? A tratti.

Troppo lungo, come ormai la quasi totalità delle commedie americane, in alcuni punti didascalico e in altri ripetitivo ha dalla sua quella sana follia che da sempre caratterizza Seth Rogen e la sua gang di sodali (ma che dava frutti migliori in Pineapple Express o quando era spudoratamente autoironica come in Facciamola Finita). Franco, vero e proprio prezzemolo del cinema statunitense, è particolarmente scatenato nella parte del borioso anchorman Skylark, showman di cattivo gusto che cavalca l’onda di una tv improntata sul sensazionalismo e sul dolore altrui, mentre Rogen si ritaglia un ruolo leggermente più defilato, quello del suo produttore televisivo, che affronterà con lui il viaggio/missione in Corea del Nord. Il ritratto che fa invece Randall Park di Kim-Jong Un è somigliante dal punto di vista fisico, discutibile dal punto di vista contenutistico, ma non per la possibilità di offendere qualcuno o scatenare qualcosa, semplicemente perché come tutto il film, non sembra mordere come forse Rogen e gli altri speravano.

Resta una pellicola idiota quanto basta (tra una sequela di fuck e di azioni più o meno improbabili, canzoni di Katy Perry e prese in giro tanto allo show business che alla politica internazionale) che non è mai un male, nel solco della tradizione del cinema demenziale americano, in buona parte anche parodia del cinema di spionaggio, una sorta di versione intrippata e sotto acidi di Spie come Noi (chi lo ricorda? Con Dan Aykroyd e Chavy Chase, regia di John Landis, anno di grazia 1985). I fan dei due protagonisti avranno comunque di che divertirsi. E il cyber attacco, visto anche il successo che il film ha avuto (al di là dei suoi meriti artistici) col passaparola, sia nelle poche sale in cui alla fine è uscito, sia soprattutto nell’on-demand – senza contare tutti coloro che se lo sono scaricato e il fatto che debba ancora uscire in Inghilterra e Irlanda – alla fine si è rivelato un boomerang, con buona pace di Kim-Jong Un e dei suoi.

Certo visto il casino creato e le minacce ricevute, chissà, magari Rogen alla prossima canna ci penserà due volte prima di mettersi a scrivere qualsiasi cosa gli passa per la testa. Il talento e la simpatia per tirar fuori qualcosa di più di una semplice barzellettina, per quanto divertente, non gli mancano certo.

Vai alla Scheda Film

Share your vote!


Come ti fa sentire questa news?

  • Devil-Man Devil-Man
  • Perplesso Perplesso
  • Triste Triste
  • E Sti Ca#j E Sti Ca#j
  • Felice Felice
  • Super Super

NON CI SONO ANCORA COMMENTI, SCRIVI TU IL PRIMO!

   

Vuoi essere aggiornato su tutti i film al cinema ?

Iscriviti al nostro servizio di newsletter

Da noi a voi …

Sceglilfilm.it nasce per poter soddisfare la voglia di conoscere, di incuriosirsi, di informarsi, di approfondire tutto ciò che è la settima arte.
Figlio di un' Idea di M.d.M. promotore del progetto e primo responsabile delle linee editoriali, sceglilfilm.it è stato forgiato con l'impegno e passione dello studio web W3style.
Il tempo che noi tutti dedichiamo a sceglilfilm.it per poter fornire a tutti gli utenti informazioni sempre oggettive e sempre veritiere è ripagato ogni giorno dalla presenza sempre più assidua di chi sempre di più fà di sceglilfilm.it un sito di riferimento per il mondo del cinema, voi utenti.
Speriamo di poter sempre soddisfare al meglio curiosità, voglia di condivisione e passione per il cinema e speriamo di poter affrontare questo viaggio in compagnia di sempre più persone che come noi amano il cinema.
Lo staff di sceglilfilm.it

Sceglilfilm.it – 2011/2014 – ® All Right reserved – Publioscar s.r.l. p.iva/cod.fis : 01884961002 / 07840100585

In ottemperanza alla legge sull'editoria italiana, si segnala che questo sito non è un periodico, non ha cadenze di aggiornamento preordinate e prevedibili e non è una testata giornalistica. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Tutti i nomi di prodotti e società citati nelle pagine di questo sito sono marchi dei rispettivi proprietari.
concept and design - w3style